Archivio mensile:luglio 2015

Cosa significa Gestalt?

cos'è la gestaltGestalt è un termine tedesco che non ha un corrispettivo nelle altre lingue ed è per questo adottato in tutto il mondo. Significa insieme unitario, forma completa, dotata di senso (il verbo gestalten significa “mettere in forma” o “dare una struttura significante”). Secondo la Psicologia della Gestalt il nostro campo percettivo si organizza spontaneamente sotto forma di totalità strutturali e significative, formate dalla figura e dallo sfondo, per cui la percezione di un oggetto non può ridursi alla semplice somma degli stimoli, ma consiste nel dare una struttura significativa ad essi, quindi il tutto è diverso dalla somma delle singole parti e ogni parte in un tutto è differente dalla stessa parte slegata dal tutto o inserita in un tutto differente.
Ad esempio, la nostra percezione di una persona non consiste nella semplice somma degli stimoli percepiti, delle parti che la compongono. Continua a leggere Cosa significa Gestalt?

Serge Ginger: La Gestalt. Terapia del con-tatto emotivo

la gestalt
La Gestalt. Terapia del Con-tatto emotivo
è un libro scritto da Serge Ginger (Parigi 1928 – 2011), uno dei principali esponenti contemporanei della Psicoterapia della Gestalt, che introduce il lettore ai fondamenti teorici e alle principali pratiche metodologiche di questa forma di terapia. Ho scelto di descrivere questo manuale perché la straordinaria capacità di sintesi di Ginger, unita ad uno stile improntato all’eleganza e alla chiarezza, lo rendono una lettura piacevole ed agevole per tutti, offrendo la possibilità di intuire l’essenza dello spirito di questa disciplina. Genesi storica della Gestalt, i legami e le differenze con le altre pratiche psicoterapeutiche, correnti filosofiche ispiratrici, la Teoria del Sè, il ciclo di contatto, la relazione terapeutica, le tecniche di messa in atto, il corpo, il cervello, le emozioni, l’immaginario, il sogno e la creatività, l’importanza del Continua a leggere Serge Ginger: La Gestalt. Terapia del con-tatto emotivo

I sentimenti vanno coltivati: il punto di vista di Bauman

tramontoVivere una relazione significa procedere insieme in un percorso in continuo divenire, in cui si impara a costruire il proprio modo di essere al mondo in relazione all’altro, intraprendendo un cammino verso il futuro, lungo il quale cercare in ogni momento nuove opportunità di incontro reciproco. Costruire un’identità relazionale implica un lavoro a volte non semplice, vivere insieme significa condividere un tempo ed uno spazio in cui trovare l’equilibrio tra autonomia e relazionalità, in cui le emozioni e le sensazioni vissute, attraverso elaborazioni consapevoli ed inconsapevoli, ci guidano nella definizione di regole esplicite o tacite, comportamenti e significati condivisi, scrivendo attraverso il tempo un racconto comune che sostiene il senso e le ragioni dello stare insieme.

Continua a leggere I sentimenti vanno coltivati: il punto di vista di Bauman

Spunti di riflessione sulla Dipendenza da Internet

Un servizio di SuperQuark (Rai 1) dedicato alla Dipendenza da Internet, in cui si discute di alcuni suoi aspetti, con la testimonianza di una persona dipendente da giochi on line, che ci da il senso di cosa vuol dire avere questo disturbo:

1. https://www.youtube-nocookie.com/embed/kCD9Enz8ynM
 

Nell’intervista che segue lo psichiatra Federico Tonioni sostiene che la Dipendenza da Internet riguardi solo gli adulti, ovvero gli “immigrati digitali”, mentre per gli adolescenti, i “nativi digitali”, si può parlare di psicopatologia web-mediata. Continua a leggere Spunti di riflessione sulla Dipendenza da Internet

Fattori facilitanti la Dipendenza da Internet: alcune considerazioni

computer-dipendenzaDopo aver discusso dei principali aspetti fenomenologici della dipendenza da internet (leggi “Nuove dipendenze: la Dipendenza da Internet” e “Le diverse manifestazioni della dipendenza da Internet“), in questo articolo introdurrò il complesso argomento dei fattori che possono rinforzare tale comportamento patologico.

La psicologa Kimberly Young, docente alla University of Pittsburgh e responsabile del Center of on-line addiction è stata tra i principali pionieri che hanno deciso di dedicarsi allo studio di questo disturbo ed ha elaborato un modello per descrivere i fattori facilitanti l’insorgere e l’instaurarsi di questo tipo di dipendenza, denominato ACE: Continua a leggere Fattori facilitanti la Dipendenza da Internet: alcune considerazioni