Il disturbo d’ansia generalizzato

DAGNell’articolo “Cos’è l’ansia?” abbiamo cercato di dare una descrizione generale dell’ansia ed abbiamo anticipato che esistono situazioni in cui diventa difficile da gestire, eccessiva, ovvero intensità, frequenza e durata dell’ansia non sono proporzionate alla reale entità minacciosa della situazione temuta o alla reale possibilità che essa si verifichi. Questo è quanto avviene, ad esempio, nel disturbo d’ansia generalizzato (DAG), in cui la persona può sperimentare una situazione molto penosa e disagevole di apprensione e preoccupazione relative ad una serie di situazioni ed evenienze della vita quotidiana: salute, condizione economica, prestazioni lavorative o scolastiche, cura dei figli, occuparsi della casa, far tardi agli appuntamenti, possibilità di disgrazie ai propri familiari e così via. La persona ha difficoltà a tenere sotto controllo la preoccupazione, venendo così distolta dallo svolgimento dei compiti quotidiani, di cui diventa difficoltosa la realizzazione. Questo in base a quanto descritto dal DSM (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, pubblicato dall’American Psychiatric Association e giunto alla sua quinta edizione)1 . Il DAG è caratterizzato anche da sintomi che possono comprendere irrequietezza, facile affaticabilità, difficoltà a concentrarsi, irritabilità, tensione muscolare, alterazione del sonno (almeno tre di questi). Il DAG fa parte della categoria dei disturbi d’ansia

La persona con DAG può impiegare un un grande quantitativo di tempo ed energia nel tentativo di tenere sotto controllo l’ansia e tale dispendio di risorse può portare a livelli gravi di disagio e di compromissione del funzionamento sociale e lavorativo (si stima che tale disturbo causi negli Stati Uniti 110 milioni di giorni di malattia all’anno). Questo disturbo insorge di solito più tardivamente rispetto agli altri disturbi d’ansia (l’età media d’insorgenza è di 30 anni), manifestandosi raramente prima dell’adolescenza.La differenza principale tra le fasce di età riguarda il contenuto delle preoccupazioni: ad esempio, gli adolescenti tendono a preoccuparsi di aspetti quali la scuola e le prestazioni sportive, gli adulti delle condizioni economiche, del benessere della famiglia e della salute fisica. Tale disturbo sembra colpire maggiormente le donne (che rappresentano circa il 60% dei soggetti con disturbo d’ansia generalizzato).

 

Il testo di questo articolo è distribuito con Licenza CC:
Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-NC-SA 3.0 IT)

Foto originale di Stuart Miles – su FreeDigitalPhotos.net

 
Note: 1. Il DSM è uno dei sistemi della nosografia psichiatrica, ossia di classificazione per i disturbi mentali, più utilizzato al mondo.
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...